Filtra newsletter:
Nessuna newsletter trovata.
Legenda Mittenti
  • Commissione Medico Legale
  • Team Portale
  • Learning Center
  • Team Innovazione Tecnologica
  • Segretario Nazionale
  • Commissione Scientifica
  • Team Qualità
  • Presidente
  • Commissione Educazionale
  • Segreteria
  • Eventi
  • Commissione Politica e Affari Generali
  • Scuola di Formazione

n. 005 del 25 febbraio 2020

Pubblicazione sulla rivista "Endoscopy International Open"

The Italian Society for Digestive Endoscopy (SIED) accreditation and quality improving project based on International standards

 

Comunicazione del Team Qualità

 

Carissimi Soci,

ci fa piacere comunicare che è stato recentemente accettato, dalla rivista Endoscopy International Open, il lavoro redatto dal nostro gruppo intitolato: The Italian Society for Digestive Endoscopy (SIED) accreditation and quality improving project based on International standards.

Nel lavoro si evidenziano i risultati ottenuti durante le visite di accreditamento che il nostro gruppo ha effettuato da quando è iniziato il progetto dell’accreditamento SIED, sino al 30 giugno 2018. I centri visitati sono stati 40 e le procedure (Esofagogastroduodenoscopia, la Colonscopia, la PEG e la CPRE) sono state valutate secondo criteri ripresi dalla letteratura nazionale ed internazionale (la lista completa del manuale di accreditamento e la intera documentazione sono disponibili al seguente link: www.sied.it). Non inclusa nello studio la Ecoendoscopia, implementata successivamente.

I principali indicatori che risultano non soddisfatti sono: incompleta compilazione della check-list infermieristica, scarsa attenzione verso la rivalutazione periodica delle competenze mediche ed infermieristiche. Per le procedure gli indicatori meno frequentemente rispettati sono: per la EGDS la ricerca di H.pylori, l’utilizzo della classificazione di Praga, la mappatura delle gastriti sec. OLGA ed il follow-up per l’ulcera gastrica. Per la Colonscopia: l’insufficiente pulizia intestinale, il mancato rispetto degli intervalli di sorveglianza post-polipectomia e l’inadeguata documentazione fotografica. Per ERCP: l’insufficiente o inadeguato utilizzo di antiinfiammatori per la prevenzione della pancreatite post-procedura e degli antibiotici ove necessario, il referto incompleto. Per la PEG: la scarsa diffusione di tecniche alternative alla tecnica Pull o Push, la documentazione incompleta e il consenso non correttamente ottenuto.  Tutti questi requisiti sono stati soddisfatti da centri prima dell’accreditamento.

Questi dati non rappresentano l’intera endoscopia Italiana, data la volontarietà nella adesione al progetto (contrariamente ad analoghi modelli stranieri), ma possono essere utili per favorire riflessioni, in modo da  individuare, più facilmente ed efficacemente, gli eventuali punti deboli delle nostre endoscopie.

Non appena pubblicato sarà nostra premura sottoporvi il lavoro in estenso.

Giancarlo Spinzi

Coordinatore del Team Qualità SIED